Unicoop Firenze archivia il 2005 con un incremento delle vendite del 2,3% (1.961 milioni di euro) rispetto all'anno precedente e una crescita del 2,7% del numero dei clienti che hanno varcato la soglia dei punti vendita della Cooperativa. Ogni canale di vendita, dai minimercati agli iper, è stato interessato da questo positivo andamento. I dati sono ancora provvisori, ma si tratta di un risultato di grande rilievo, tanto più evidente se si considera che è associato ad una diminuzione media dei prezzi del -2,6% nell'arco del 2005, contro un indice Istat per i generi alimentari che si è mantenuto intorno allo zero (0,0% secondo il dato provvisorio uscito in questi giorni). In sostanza questo significa che in termini reali (a volumi) le vendite sono cresciute di circa il 5%. "Giudichiamo in modo positivo i dati delle vendite dell'anno appena concluso. Anche in una situazione difficile e in un mercato "maturo" come quello toscano siamo riusciti a realizzare due obiettivi: salvaguardare il potere díacquisto dei nostri soci e delle famiglie e calmierare il mercato. Ricordo che in una recente indagine di Altro Consumo le città di Firenze e Pisa risultavano le più convenienti d'Italia", afferma il consigliere delegato alla gestione commerciale Golfredo Biancalani (nella foto).

Pianeta Coop